You are receiving this email because you subscribed to Rete Astrofili UAI. Click here to change your subscription. Is this email not displaying correctly?
View it online.

Il Notiziario dell'Unione Astrofili Italiani

Newsletter del 25 gennaio 2018

Il Cielo del Mese - Rubrica a cura della UAI

 

L'Unione Astrofili Italiani è anche sui social network:

facebook twitter youtube

L'UAI contro il faraonico faro a Marghera: “Scelta che viola le normative e l'ambiente”

Ramses II, il maxi faro posizionato all'interno dello stabilimento Cereal Docks di Porto Marghera per celebrare il centenario della sua fondazione, accende la protesta dell'Unione Astrofili Italiani (UAI). In una lettera inviata ieri al sindaco di Venezia Luigi Brugnaro il Presidente dell'UAI Mario Di Sora denuncia l'irregolarità della costruzione dal punto di vista legislativo, gli sprechi energetici e le gravi conseguenze per la salute umana e dell'ambiente.

Con parole dure il Presidente Di Sora boccia il maxi faro comunale sottolineando l'instancabile impegno dell'Unione Astrofili Italiani nella lotta all'inquinamento luminoso...
 
 
 

Attivazione fascio luminoso Ramses II – lettera aperta

Formulo la presente, in qualità di Presidente dell'UAI e quindi di tutti gli Astrofili italiani, per rappresentare e chiedere quanto segue.

Ho seguito con viva preoccupazione la vicenda relativa al potente fascio luminoso che codesta Amministrazione ha ritenuto di utilizzare, per ben tre mesi, al fine di commemorare il centenario di Porto Marghera.

A prescindere dalle valutazioni di ordine legale, pur dirimenti, che investono gli organi di controllo locali già notiziati dall'Associazione VenetoStellato, mi permetto di sottoporre alla Sua cortese attenzione e alla sensibilità di politico alcune valutazioni.

L'Unione Astrofili Italiani si batte da oltre venti anni per un uso responsabile e corretto della luce artificiale non solo per la limitazione dell'inquinamento luminoso e dei consumi energetici ma anche per il rispetto delle varie forme di vita, dall'Uomo all'avifauna, che soffrono per l'esposizione a dosi eccessive di questo agente fisico, senza reale necessità .

Per tale motivo ritengo, anche in considerazione del delicato equilibrio ecologico dell'ambiente lagunare, che la scelta di utilizzare un fascio luminoso da 72 Kw sia in contrasto non solo con le normative vigenti ma anche con le buone pratiche di oculata amministrazione e, in definitiva, con il buon senso...

Cliccare qui per leggere la notizia completa

 

SSV UAI- I parametri fisici della Variabile V406 Cam

 
La variabile V 406 Camelopardalis (GSC 04098-01572) è stata classificata come una binaria ad eclisse di tipo EW (IBVS 5969 del 2011) con una magnitudine vicina alla 13-esima e con un periodo di 0,29048 giorni (quasi 7 ore). Su questa variabile ci sono pochissime curve di luce disponibili in letteratura e per questo motivo è stata osservata da Claudio arena (SSV - UAI) la notte del 7 dicembre 2017 per quasi 12 ore ininterrotte, sfruttando così la lunga durata delle notti invernali...
 
Cliccare qui per leggere la notizia completa
 
 

Attività Sezione di Ricerca Asteroidi UAI relativo al periodo Novembre - Dicembre 2017

 
L'ultimo bimestre del 2017 è stato caratterizzato dalle condizioni meteo non sempre favorevoli e dalle festività che indubbiamente hanno influenzato sull'attività degli astrofili. Ma nonostante ciò sono stati ottenuti importati risultati sia per quanto concerne l'astrometria che la fotometria asteroidale. 
Il contributo italiano è stato particolarmente proficuo nell'osservazione dei NEOCP e dei NEA in special modo per i più luminosi. Grazie alla collaborazione tra vari osservatori siamo riusciti a determinare il periodo di rotazione particolarmente lungo dell'asteroide (69315) 1992 UR2...
 
 
 

Al via la Campagna Iscrizioni UAI 2017 - 2018

Cari Amici, Soci e Simpatizzanti,

l’Unione Astrofili Italiani è da oltre cinquanta anni per gli appassionati di astronomia e scienza e per la comunità degli astrofili, un punto di riferimento culturale, organizzativo, motivazionale.

L’UAI è anche in prima linea nella missione di promozione sociale attraverso la cultura scientifica, grazie soprattutto all’impegno della rete di Delegazioni, Associazioni, Osservatori Astronomici e Planetari pubblici diffusi su tutto il territorio.

Siamo una Associazione “vera”, e orgogliosa di esserlo, che offre ai soci, a fronte di una quota di  iscrizione relativamente modesta, tante opportunità in continuo ampliamento...

Cliccare qui per leggere la notizia completa

 

Spazio web "Astronews" sul portale uai.it a disposizione delle Delegazioni UAI

L’Unione Astrofili Italiani ha, tra le sue finalità, la promozione delle attività di osservazione e ricerca ed in generale tutte le iniziative curate dall’ampia comunità di persone che compongono l’importante realtà dell’astronomia amatoriale nazionale, anche con l'intento di  far crescere le relazioni tra gli astrofili e il più ampio pubblico. Lo strumento necessario è, prioritariamente, la gestione di un adeguato sistema di diffusione delle informazioni e lo spazio in cui operare esiste già: ci riferiamo ai notiziari on line consultabili sul sito UAI, in particolare le Astronewscon la presente abbiamo il piacere di informarvi che tale spazio, presente nella home-page (parte bassa) del portale web www.uai.it, che vogliamo sia sempre più dedicato alle notizie che Voi, Delegazioni UAI, vorrete inviarci.
 
Cliccare qui per leggere la notizia completa
 
 

Portale Rete Astrofili UAI

 
Ricordiamo che è attivo il portale Rete Astrofili UAI, realizzato con il contributo del MIUR e disponibile a questo indirizzo:

http://www.reteastrofili.it

Si tratta di una risorsa molto utile per permettere alle Associazioni e alle Delegazioni UAI di inserire il loro calendario di iniziative astronomiche e renderle visibili a tutti, previa registrazione, che si può fare cliccando sul menu "Help" (in alto a destra) e seguendo i passi indicati nell'apposita procedura, oppure direttamente cliccando su "Sign up" (sempre in alto a destra).

Pertanto invitiamo vivamente tutte le Associazioni e le Delegazioni che già non avessero provveduto autonomamente a registrarsi sul portale di Rete Astrofili in modo da poter caricare il calendario delle loro attività.